lunedì 27 giugno 2016

SUICIDE GIRLS O ALT MODELS CHE DIR SI VOGLIA

una volta c'era una certezza.
che se volevi fare la modella dovevi essere magra e figa.
ora non più.
puoi decidere di diventare modella anche se sei tarchiatella e non sei particolarmente dotata da parte di madre natura.
come è potuto accadere?
semplice.
in primis vi era la bellezza. un concetto astratto ma abbastanza condiviso.
tutto quello che non era riferito alla bellezza tradizionale entrava a far parte dei gusti personali al limite della perversione.
esempio: ti piacevano le ciccione? eri un pervertito a cui piacevano le ciccione.
oggi no.
ti piacciono quelle che non si depilano le gambe? bene, oggi puoi gioire perché non sei più un pervertito.
e quello che poteva apparire come un pensiero scomodo ed imbarazzante, oggi è semplicemente kinky.
il problema è che oggi è diventato tutto kinky.
in questo disagio mentale si sono intromesse delle ragazzette senza grandi studi alle spalle che hanno deciso di farne una professione tra i 20 ed i 30 anni (perché poi scadono).
per dare un valore aggiunto alla scarsa predisposizione fisica hanno quindi pensato di ricoprirsi di tatuaggi.
il passaggio mentale è questo: uno mi guarderebbe nuda se non avessi i tatuaggi? ovvio che no.
allora mi copro completamente di tatuaggi in modo da trovare una comoda scusa al fatto che non ho il fisico da modella.
la tizia in questione non si sente figa in quanto tale, ma figa in quanto tatuata e cerca quindi ci convincersi che può competere nel grande show del modellismo pur non avendo le carte in regola.
si sente meno sotto pressione e rientra nell'insieme di tutte quelle donne desiderabili in quanto appartenenti all'immaginario kinky. sono una suicide girrrrllll. wow. (cioè una culona tatuata).
voglio dire: la gente guarda di tutto su internet. non puoi pensare che cento like significhino davvero qualcosa...

foto ufficiale di suicide girl chiattona.

Nessun commento:

Posta un commento