mercoledì 5 maggio 2010

PRIMO ASSIOMA


sgombrato il campo dal relativismo filosofico, che non serve ad un cazzo, entriamo nel merito delle questioni importanti.

PRIMO ASSIOMA DI SGRADEVOLE:

"il livello di felicità di una persona può essere rappresentato attraverso una funzione di stato il cui valore puntuale, in onore dello scienziato che ha formulato la teoria (cioè il sottoscritto), viene indicato con S.

S = f (xi, t)

dove xi sono tutte le variabili che possono influire su una variazione dello stato S.
e t è ovviamente il tempo".


il più grande insieme all'interno del quale i valori della funzione risultano definiti si chiama supporto della funzione f.
il supporto è quindi pari allo spazio delle esperienze di un individuo.
i supporti realtivi a due persone diverse potranno ovviamente essere diversi tra loro, pertanto anche il valore assunto dalla funzione f sarà diverso.
la separazione dei supporti è il motivo per cui a volte ci sembra strano che a certi individui possa piacere qualcosa che noi troviamo brutto, bizzarro o insensato: in quel caso sta semplicemente attingendo ad un supporto che non è il nostro.

ora converrete con me che lo scopo nella vita è quello di ottenere, per ogni t, il massimo valore di S.
e ciò si ottiene semplicemente massimizzando la funzione f.
il punto è, cari miei, che lo stato S varia non solo in funzione dei parametri xi ma, cosa ben più fastidiosa, anche in funzione del tempo.
vi faccio osservare che il tempo è l'unica cosa che cambia quando tutto il resto rimane uguale.

supponiamo di analizzare un caso semplice: un ipotetico individuo gretto ed incolto.
un individuo per cui la felicità è determinata solamente dal benessere economico (variabile x1) e dal sesso occasionale (variabile x2).
cioè il caso della maggior parte delle persone, per intenderci.
come supporto, in questo caso, utilizziamo pure un banale quadrato. per cui le variabili x1 e x2 possono variare solo tra un valore massimo ed uno minimo.
bene.
ora, se tutto andasse come ci si aspetta, la funzione f avrebbe un solo massimo. l'individuo gretto ed incolto potrebbe massimizzare il valore di S durante la propria scialba esistenza giungendo su Smax e rimanendo fermo lì, senza schiodarsi più.




il problema è che il tempo lo mette in culo anche alla più innocua delle teste di cazzo. pertanto, l'individuo in questione, si ritroverà suo malgrado ad allontanarsi da Smax per ritrovarsi presto su un altro punto della funzione f.
pertanto, anche se in un istante della vostra vita trovate il massimo della funzione, presto o tardi vi ritroverete a doverlo cercare di nuovo.



10 commenti:

  1. Non ho fatto lo scientifico e, comunque, ho sempre avuto la media del 2 in matematica. Mi potresti, IN PAROLE POVERE, spiegare il segreto della felicità senza ricorrere all'analisi matematica ? Grazie...

    RispondiElimina
  2. Tutto questo per dire che non scopi più come prima?

    RispondiElimina
  3. quando ho letto "massimizzare" pregustavo già derivate!! :(

    RispondiElimina
  4. Intollerabile che tu abbia spiegato tutto ciò in un maniera quasi comprensibile anche ai civili. Elitarismo, mio caro, selezione, snobismo. Essù. Guarda che il tronista di Maria De' Filippi, quando spiega di come pettinarsi col gel, non si preoccupa mica di farlo in modo che lo capisca anche Sgradevole, che ti credi.

    RispondiElimina
  5. Intollerabile che tu abbia spiegato tutto ciò in un maniera quasi comprensibile anche ai civili. Elitarismo, mio caro, selezione, snobismo. Essù. Guarda che il tronista di Maria De' Filippi, quando spiega di come pettinarsi col gel, non si preoccupa mica di farlo in modo che lo capisca anche Sgradevole, che ti credi.

    RispondiElimina
  6. quello che vuoi ma secondo me ti sei dimenticato le variabili al denominatore oppure devi dare a tutte le variabili la possibilita' di essere <1altrimenti e' bararecheccazzo

    RispondiElimina
  7. @ ilanioc'è scritto da qualche parte che, in generale, non possono essere inferiori all'unità?

    RispondiElimina
  8. Non fa una piega.Mi chiedo però cosa accada nel caso in cui a uno gli piaccia prenderlo in culo dal tempo.Profeta Incerto

    RispondiElimina
  9. "possono variare solo tra un valore massimo ed uno (a capo) minimo."minimo era a capome lo sono svanitamaledetto corso di lettura veloce

    RispondiElimina
  10. Ragionevole a meno che S invece di: essere funzione del mondo materiale vincolato dallo spazio tempo.Sia:Funzione all'interno dell'universo dei concetti.Ossia se la mia felicità è determinata da:x1 arrivare a comprendere una legge universalex2 riuscire a comunicare la mia scoperta al mondo scientificola funzione è svincolata dal tempo nel momento in cui raggiunge il suo apice ;)Max

    RispondiElimina