martedì 28 luglio 2009

A VOLTE SUCCEDE


a volte succede che conosci una ragazza.
e non la solita ragazza già fidanzata che viene da te per un po' di sesso veloce, salvo poi pentirsene e decidere che sei l'uomo della sua vita, che tu le dici "ehi ma checcazzo ti frulla per la testa, ti pare che mi metterei con una che me la dà la prima sera che usciamo, quando c'hai un poveraccio a casa che t'aspetta?".
no, non quel genere di ragazza.
la ragazza in questione è quella che pensi davvero sia la donna della tua vita.
magari è una che conosci da tanti anni.
ma un giorno non la guardi più con gli stessi occhi.
la guardi come se si fosse trasformata nel tuo personale oggetto del desiderio.
insomma a volte succede che lei ti dica: "domani mi sarei dovuta vedere con una amica, ma è indisposta e non può venire. ti va di passare un po' di tempo con me?"
e tu pensi che forse Dio esiste.
la donna della tua vita ti chiede di uscire, e la cosa suona così buona e giusta.
succede che lei ti venga a prendere, e poi ti dica: che ne dici di una pizza a casa mia?
e tu le dici "cazzo, si, cazzo."
e così passate dieci minuti a parlare del suo gusto di pizza preferito.
e il gusto della sua pizza suona così buono e giusto.
e mentre lei ti parla della pizza tu la guardi e pensi "Cristo, quanto sei bella Cristo. Grazie Dio, grazie."
e poi succede che prendete le pizze ed andate a casa sua e lei dice: "aspetta, che accendiamo le candele, che ne dici di un po' di musica?"
"certo tesoro, accendi tutto e pompa al massimo il volume"
però lei mette antony and the johnsons e tu pensi "eh, vabbè è per creare l'atmosfera, va bene così".
che se deve succedere qualcosa è meglio un languido lento piuttosto che gli autechre, che rischi di venire con le convulsioni.
a volte succede che però, ad un certo punto, la conversazione langue.
è un attimo.
succede qualcosa che non ti sai spiegare.
la serata con la donna della tua vita va su binari non previsti e tu non riesci più a fermare il treno in corsa.
e così finite a parlare del lavoro, del suo ex e di quante volte la notte sono stati svegli a parlare del senso della vita, e di quel suo problema alla gamba e di tutte le conseguenze che comporta nella vita di tutti i giorni.
e succede che, ad un certo punto, ti dimentichi del perchè sei lì.
e ti trovi davvero, tuo malgrado, a parlare di quegli argomenti.
e non sai nemmeno tu come possa essere accaduto.
e cerchi di deviare il discorso, ma è tutto inutile.
altri dieci minuti e succede che sei diventato il suo migliore amico.
altri dieci minuti e succede che ti rendi conto di aver trasformato d'incanto la giornata più bella della tua vita in quella più noiosa.
tanto noiosa che, ad un certo punto, antony and the johnsons smettono di suonare allo stereo perché hanno troppo sonno.
tanto noiosa che ti rendi conto in un istante che il momento migliore della serata è stato scegliere il gusto della pizza.
tanto noiosa che l'amica indisposta, che manco conosci, ti manda personalmente un sms di scuse.
tanto noiosa che cominci a fare pensieri erotici su antony degli antony and the johnsons.

a volte succede.

7 commenti:

  1. utente anonimo28 luglio 2009 21:57

    io ti salverò.fosse l ultima cosa che faccio,io ti salverò,cazzo.-----ninfomane---

    RispondiElimina
  2. eh! ti sei dimenticato le "bellissime"! :-)

    .... gran bel pezzo; veloce, non patetico. Vero.

    RispondiElimina
  3. S, vuoi essere il mio amichetto delle coccole?? dai ti metto anche le candele.... scherzavo ...
    eh eh eh
    n.5

    RispondiElimina
  4. aahhhaha.......veramente tregicomico sto pezzo!Complimenti....(ma poi te l'ha data?)

    RispondiElimina