mercoledì 11 marzo 2009

TIGGICINCUE


uno non può arrivare tardi la sera dal lavoro, accendere la televisione, sintonizzarsi incautamente sul tiggicincue e sentire il servizio di una che si definisce giornalista che parla del fatto che due idioti, mentre scopavano in macchina, hanno scoperto una strada in cui le auto salgono da sole a motore spento.

io non posso credere che nel 2009, dopo un servizio del genere, il direttore di un tiggi nazionale non venga radiato dall'albo dei giornalisti, e con lui tutto il suo staff di incompetenti.
eppure è così. nessuno verrà licenziato. rimarranno a sguazzare nella loro mediocrità conclamata.
perchè la signora maria testa di cazzo obesa di merda, che sta a casa a girare la minestra per il marito con la terza media, dice:
"beppe, hai sentito?? c'è una strada in cui la forza di gravità non vale. dobbiamo rivedere tutta la relatività ristretta perché evidentemente non funziona. te l'avevo detto io che dovevamo chiudere tutte le facoltà di fisica. perché se è vero che basta un diploma in cucina orientale per fare la giornalista del tiggicincue e riscrivere tutta la scienza da archimede in poi, vuol dire che andare all'università non serve proprio ad un cazzo. beppe, mi stai a sentire? dobbiamo chiudere le università. beppe. i tiggì si sono adeguati alla nostra cultura. finalmente, beppe. ero stanca di non capire un cazzo di cosa dicevano con le loro parole difficili. beppe, smetti di mangiare il pane. e chiama nostro figlio giampi. che venga a mangiare la minestra, che è pronta. è un coglione. lo so. non ha finito neanche le medie e passa il tempo al bar a farsi di birra fino a sera con gli amici disoccupati che sembra un sessantenne, con la panza che si ritrova. che cazzo potrà mai fare nella vita un idiota del genere? il giornalista, dici? forse si.  tanto anche lui di fisica non ha mai capito un cazzo
. come dici giampi? vuoi fare il sindacalista? beh, non hai mai fatto un cazzo nella vita. hai un curriculum adeguato.".

e vedrete che domani saranno tutti lì. la giornalista. il caporedattore. il regista. e tutta l'allegra compagnia.
alla faccia vostra, stronzi. che avete sudato, nella vita.
loro saranno lì.
e un giorno, vedrete che gianpi diventerà il vostro capo.
perchè siamo in italia, checcazzo.
ficcatevelo in testa.
o in culo.

7 commenti:

  1. utente anonimo11 marzo 2009 22:08

    ma il blog è sempre chiuso??
    sidu

    RispondiElimina
  2. utente anonimo12 marzo 2009 09:43

    E' vero, l'ignoranza si sta facendo avanti ogni giorno di piu'............
    E ogni blog che chiude e' un passo avanti in questa direzione...........
    Resistenza!
    O e' finita davvero.

    -cumpareddu-

    RispondiElimina
  3. Una strada del genere esiste, nei pressi dei castelli romani. La macchina sale da sola. Senza bisogno che tu, sgradevole, sudato ed affaticato, la spinga come sei solito fare quando esci coi tuoi amici, che dentro ridono e bevono birra e tu spingi. Il punto è che la strada sembra in salita, ma in realrà è in discesa. Effetto ottico. O proprio si pensa che la forza di gravità lì non agisca?

    RispondiElimina
  4. ..meglio nel culo..a questo punto.

    Ty

    RispondiElimina
  5. Il problema è che alla maggior parte delle persone in culo gli entra, ma in testa no.

    RispondiElimina
  6. io non sudo
    e' di cattivo gusto

    RispondiElimina