martedì 30 dicembre 2008

MENU DI CAPODANNO


sgradevole: che dici, preparo i tagliolini all’astice domani?

amica G.: ah, guarda, basta che fai tutto tu come l’ultima volta.
a me fanno un po’ impressione.
che poi quando li metti nell’acqua bollente fanno tutti quei rumorini, prima di morire.
ti ricordi che sei rimasto più impressionato di me?
a me fa solo schifo prepararli, ma poi li mangio.
eccome.
gli astici sono fatti per essere mangiati.
mica come certi pesci inutili sul fondo dell’oceano.
non ti piacerebbe essere come un astice?
pagato a peso d’oro per essere mangiato?
“guardi signora che bell’esemplare.“
“ha pure una montatura di occhiali striata di blu.”
ti comprerebbe.
poi ti porterebbe a casa.
ti metterebbe nella pentola.
e poi, quando hai finito di fare i rumorini, vuol dire che sei pronto.
allora ti tira fuori e ti mangia.

sgradevole: opto per delle crespelle ai funghi.

3 commenti:

  1. Non lasciarti impressionare. Da una donna, poi. Mai. Mangiatele crude, mi sembra il giusto compromesso.

    RispondiElimina
  2. Faranno i rumorini tra i succhi gastrici del vostro stomaco, ma da li non li sentirete. Almeno credo. In caso contrario molto vino può rivelarsi utile. Ma forse l'alcol le farà cessare di fare rumorini ed iniziare a cantare, che sarebbe peggio. Sentire degli astici che cantano canzoni sconce nel vostro stomaco. Non so. Io tendo a divenire logorroico e prolisso, col vino, delle spigole non saprei, e neanche degli astici.

    RispondiElimina
  3. al mio paesello dicono che se l'astice lo metti nell'h2O quando è ancora fredda e lo fai bollire lentamente, soffre meno e la carne rimane più morbida e saporita, visto l'evitato shock termico che restringe le fibre. vuoi mettere, piuttosto che le crespelle ai funghi?

    RispondiElimina