sabato 13 dicembre 2008

LA FELICITA' PORTA FORTUNA - I FILM DI MERDA, NO

non so come, ma mi hanno convinto ad andare a vedere "la felicità porta fortuna" di mike leigh.
deve essere stata la capacità innata di travisare la realtà da parte di alcuni conoscenti radical chic.
infatti i radical chic hanno la convinzione che certe cagate abbiano un valore. contro ogni logica e buon senso.
tipo andate da un radical chic a parlare male di kieslowski. non ne andrete fuori vivi. ma mica perchè la trilogia l'hanno capita. no, neanche per sogno.
non ci hanno capito un cazzo come tutti gli altri. ma devono sostenere che si, è una grande opera d'arte. anche se non sanno dire perché.

questo, invece, è un film che parla di una donna scema ed è rivolto ad un pubblico di donne sceme.
perchè solo una donna scema può entrare in collisione orbitale con la protagonista. meglio ancora se è un pubblico formato da 30-35 enni alla ricerca di un uomo. cioè se sono in quella fase della loro vita in cui il loro essere acido le rende ancora più fastidiose.
la tizia in questione è infatti una trentenne zitella talmente scema che probabilmente è stata lobotomizzata da piccola.
fa la maestra e, soprattutto, si veste di merda.

seguono un numero imprecisato di dialoghi improbabili, insulsi, inutili, fasulli e fortemente fastidiosi rispettivamente con:

- istruttore di scuola guida paranoico nazista
- barbone sotto effetto di alcool
- ragazzo che diventerà il suo fidanzato

bonus di idiozia per il dialogo con il barbone in cui lui, per quindici minuti di seguito, farfuglia cose a caso assolutamente incomprensibili e lei, per non sembrare scortese, fa sì con la testa (a questo punto la maggior parte della sala è entrata in piena fase rem).
è sostanzialmente un film di autocommiserazione delle trentenni sole, per convincersi che sono un po' speciali e darsi un po' di coraggio a vicenda, e che è la vita che non dà loro la possibilità di riscattarsi.
si sentono frasi del tipo "dove sono gli uomini veri?". beh, te lo dico io dove sono. almeno ad un centinaio di km da casa tua. questo è certo.

vi starete domandando perché non abbia semplicemente dormito come la maggior parte degli altri spettatori? perchè il film era troppo brutto. ed oltre un certo livello di bruttezza non mi si concilia il sonno.
fanculo mike leigh ed ai registi insulsi cui l'età fà lo stesso effetto del peperoncino a chi soffre di emorroidi.

ma il meglio è venuto fuori durante il dialogo con quello che diventerà poi il suo ragazzo (per inciso un povero coglione).

lui: ho conosciuto una ragazza
lei: davvero? chi è?
lui: non te lo posso dire
lei: si, si dai dimmelo!
lui: no, no, non voglio.
lei: si, si, dimmelo!
lui: è una maestra. ed è molto bella. (*)
lei: hi, hi.

(*) NDR: bella??!?? si vabbè.

devo dire una volta ho usato anche io questo dialogo per provarci con una tipa. ma, accidenti, ero in seconda elementare.
e siccome ve lo state chiedendo: sì, lei era la mia maestra.
l'ho lasciata quando ha cominciato a pretendere una relazione troppo seria.

8 commenti:

  1. mi hai fatto venire voglia di vedere il film ^^

    RispondiElimina
  2. probabilmente ti ci rispecchi, allora

    RispondiElimina
  3. quasi... tranne che genericamente io colgo l'ironia.
    buona domenica ragazza acidella!
    :-)

    RispondiElimina
  4. ..a me film blu è piaciuto..

    mm..sono radical chic?

    ty

    RispondiElimina
  5. Anch'io adoro film blu :)

    RispondiElimina
  6. utente anonimo4 gennaio 2009 20:46

    io sono totalmente d'accordo con te, l'ho visto ieri sera e se trovavo una rivoltella ponevo fine alla mia vita. poi ripensandoci era meglio porre fine alla visione di film di merda.
    gran bella recensione, io appena uscita dalla sala non sapevo se continuare a smadonnare o chiedere i soldi indietro.
    mai più!

    Alice

    RispondiElimina
  7. Solo una chiosa sul peperoncino:

    Ad esempio nella pagina seguente:

    http://www.scienzaonline.com/botanica/peperoncino.html

    si legge:

    "Dunque, il peperoncino è un presidio prezioso nella cura della fragilità capillare, nella prevenzione e cura delle emorroidi, nelle vene varicose, nel rafforzamento delle arterie e contro, perciò, l’arteriosclerosi e l’infarto."

    P.S.: viene voglia di vedere il film perchè una recensione "negativa" ben argomentata spinge alla visione quanto una "positiva" (questo a parziale correzione del PH di francescabianca )

    RispondiElimina
  8. cara/o qyrano,
    premesso che mi procura profonda estasi il fatto che qualcuno perda istanti di vita preziosi per verificare le fonti su cui si basano i miei componimenti letterari, ti faccio notare che, ad esempio, se vai all'indirizzo http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=67417, troverai conferma di quanto da me indicato. ciò ti può insegnare che internet non serve a un cazzo quanto ad autorevolezza di quello che trovi. perchè troverai tutto ed il suo contrario. quindi, per avere un riscontro più preciso, posso farti parlare direttamente con le mie emorroidi.

    RispondiElimina